La qualità della regolazione come strumento di prevenzione della corruzione

Di Donato, Luca (2018) La qualità della regolazione come strumento di prevenzione della corruzione. Tesi di Dottorato, LUISS Guido Carli, Department of Law > PhD Program in Law and Business, tutor: Nicola Lupo and Maria De Benedetto, p. 363. [Doctoral Thesis]

[img]
Preview
PDF (Full text)
Download (2MB) | Preview
[img]
Preview
PDF (English abstract)
Download (104kB) | Preview
[img]
Preview
PDF (Abstract in italiano)
Download (198kB) | Preview
Related URLs:

Abstract/Index

Il presente progetto di ricerca ha l’obiettivo di analizzare il rapporto tra regolazione e corruzione, cercando, al contempo, di fornire un punto di vista non solo limitato a quello giuridico, ma aperto al contributo di altre scienze. Si è deciso di aprire il lavoro fornendo una ricognizione sul tema, al fine di illustrare le varie criticità che uno studio sulla corruzione deve affrontare, riguardanti la molteplicità delle definizioni, la difficoltà della misurazione, l’efficacia dei rimedi e altri. Nella seconda parte si prevede di indagare il rapporto tra cattiva regolazione e corruzione, esaminando i fattori di rischio che possono promuovere pratiche corruttive, tra cui: l’ipertrofia legislativa, gli elevati oneri amministrativi, la partecipazione (opaca) dei gruppi di interesse nel processo legislativo, le distorsioni del sistema delle fonti. Nella terza parte si intende integrare l’approccio regolatorio alla corruzione con i risultati delle scienze comportamentali, che da un lato hanno dimostrato la parziale infondatezza dei postulati teorici del paradigma economico-neoclassico, secondo cui l’uomo si comporterebbe sempre in maniera razionale e indirizzato a massimizzare il proprio interesse; dall’altro hanno individuato una serie di limiti e distorsioni cognitive – tra cui l’errata percezione del rischio, l’influenza del contesto e altre – che sembrano incidere sulla propensione di un individuo a commettere un atto illecito. Nell’ultimo capitolo si intende dar conto della qualità della regolazione quale strumento di prevenzione della corruzione. In particolare, ci si è soffermati sull’Analisi di impatto della corruzione (AIC), utilizzata già da alcuni paesi, tra cui la Moldavia, la Russia, la Corea del Sud e altri, attraverso la quale predisporre una valutazione prognostica dei fattori di rischio-corruzione presenti nella regolazione.

References

Bibliografia: p. 310-363.

Item Type: Doctoral Thesis (PhD)
Research documents and activity classification: LUISS PhD Thesis
Divisions: Department of Law > PhD Program in Law and Business
Thesis Advisor: Lupo, Nicola and De Benedetto, Maria
Additional Information: Dottorato di Ricerca in Diritto e impresa (XXIX ciclo), LUISS Guido Carli, Roma, 2018. Relatore: Prof. Nicola Lupo e Prof. Maria De Benedetto (Università degli studi Roma Tre).
MIUR Scientific Area: Area 12 - Law > IUS/10 Administrative Law
Deposited by: Maria Teresa Nisticò
Date Deposited: 13 Jul 2018 14:42
Last Modified: 13 Jul 2018 14:43
URI: http://eprints.luiss.it/id/eprint/1538

Downloads

Downloads per month over past year

Repository Staff Only

View Item View Item